Subscribe to our mailing list

* indicates required

Par tibi, Roma, nihil

Valerio Rocco Orlando, Personale è politico, 2011. Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy the artist and Nomas Foundation, Rome Flavio Favelli, Terrazzo con decori, 2008. Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy Studio SALES, Rome and Nomas Foundation, Rome Gianni Politi, Reverse Sistina, 2016. Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy Lorcan O'Neil, Rome and Nomas Foundation, Rome Giorgio Andreotta Calò, Scolpire il tempo, 2010. Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy Wilfried Lentz Gallery, Rotterdam Gabriele De Santis, We're Short a Guy, 2016. Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy Frutta, Rome, Chez Valentin, Paris and Nomas Foundation, Rome Jannis Kounellis, Untitled, 2006. Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy Sprovieri, London and Nomas Foundation, Rome Nico Vascellari, diffused performance, 2016 Piero Golia, Loser, 2003.Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy Bugada & Cargnel, Paris and Nomas Foundation, Rome Daniel Buren, La scacchiera arcobaleno ondeggiante, 2016. Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy Galleria Continua, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana Marko Lulic, Death of the Monument, 2009. Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy the artist and Nomas Foundation, Rome Petrit Halilaj, They are Lucky to be Bourgeois Hens II, 2009.Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy the Chert, Berlin and Nomas Foundation, Rome Alessandro Piangiamore, La cera di Roma, 2014. Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy MAGAZZINO, Rome and Nomas Foundation, Rome Giulio Delvé, Cancel 1/2, 2011. Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy UnosuNove, Rome, Supportico Lopez, Berlin and Nomas Foundation, Rome Chen Zhen, Bibliotheque Musicale, 2000. Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy Courtesy Galleria Continua, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana and Nomas Foundation, Rome Maria Adele Del Vecchio, Herstory, 2014. Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy Galleria Tiziana Di Caro, Naples, Supportico Lopez, Berlin and Nomas Foundation, Rome. Loris Cecchini, Stage Evidence (Chinese Relief), 2007. Installation view, Roman Forum and the Palatine Hill, Rome. Courtesy Galleria Continua, San Gimignano / Beijing / Les Moulins / Habana and Nomas Foundation, Rome.

Curata da Raffaella Frascarelli

23 giugno - 18 settembre 2016
Prorogata fino al 23 ottobre 2016
Opening: 23 giugno 2016 ore 18.00
Foro Romano e Palatino, via di San Gregorio 30 (Ingresso Vignola), Roma

ARTISTI: Giorgio Andreotta Calò, Meris Angioletti, Francesco Arena, Kader Attia, Elisabetta Benassi, Daniel Buren, Loris Cecchini, Chen Zhen, Isabelle Cornaro, Michael Dean, Tomaso De Luca, Giulio Delvé, Maria Adele Del Vecchio, Gabriele De Santis, Flavio Favelli, Piero Golia, Petrit Halilaj, David Horvitz, Kapwani Kiwanga, Jannis Kounellis, Marko Lulić, Emiliano Maggi, Masbedo, Rosalind Nashashibi, Alessandro Piangiamore, Gianni Politi, Valerio Rocco Orlando, Michal Rovner, Marinella Senatore, Sissi, Pascale Marthine Tayou, Adrian Tranquilli, Guido van der Werve, Nico Vascellari, Tris Vonna Michell, Sislej Xhafa

Rome, 25 gennaio 1787
Mi diventa sempre più difficile dar conto del mio soggiorno a Roma. Così come si trova sempre più profondo il mare man mano che vi si avanza, non diversamente mi avviene nella conoscenza di questa città. Non si può comprendere il presente senza conoscere il passato, e per confrontare l’uno all’altro ci vorrebbero più tempo e più calma. La posizione stessa di questa capitale del mondo rimanda il pensiero alla sua fondazione.
J.W. Goethe, Viaggio in Italia

All’interno di un’area che riapre al pubblico dopo lungo tempo (Domus Severiana, Stadio Palatino, peristilio inferiore Domus Augustana), le opere della collezione Nomas Foundation dialogano con l’identità di Roma, in bilico tra la suggestione dell’antico e le contraddizioni socio-politiche generate dalla trasmissione e mutazione della sua immagine. Al centro del dibattito critico l’appropriazione della memoria storica (spolia), la manipolazione ideologica delle masse operata dall’arte antica, la creazione di un mito del potere, la dittatura attiva della religio, la strutturazione di lex e ius, il paradosso globale e le contraddizioni dell’eredità culturale. Un viaggio di dissenso all’interno del mito di Roma, una rilettura anarchica dei dispositivi di stratificazione della storia, un’esperienza di self-education che induce lo sguardo a un ruolo attivo, dischiudendo prospettive aperte a un consumo culturale consapevole e critico.

Par tibi, Roma, nihil, “Nulla come te Roma” è l’esclamazione di meraviglia di Ildebrando de Lavardin dinanzi alle rovine della Roma tardoantica, motto ideale per inaugurare una nuova stagione culturale nella città eterna. Grazie alla visione aperta della Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma e al sostegno di Romaeuropa Festival ed Electa, la collezione Nomas Foundation si unisce all’archeologia nella costruzione di un percorso unico: 1) una mostra di opere provenienti dalla collezione Nomas Foundation; 2) la committenza di tre lavori site-specific rispettivamente di Sislej Xhafa Daniel Buren e Kader Attia; 3) le performance di diversi artisti; 4) il simposio di chiusura che coinvolgerà specialisti di mondo antico, archeologi e contemporaneisti. La mostra sarà inclusa nel biglietto d’ingresso ai Fori Romani-Colosseo. La presenza di mediatori culturali consentirà al grande pubblico di approcciare antico e contemporaneo con una chiave di lettura stimolante e accessibile allo stesso tempo. Gli obiettivi: trasformare conservando l’integrità storica del patrimonio storico-artistico e archeologico, favorire la contaminazione di aree specialistiche quali antico e contemporaneo con il proposito di suscitare saperi innovativi, strutturare nuovi modelli di fruizione culturale che orientino il pubblico a un consumo culturale consapevole, critico, aperto.

La mostra è promossa dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma
In collaborazione con: la Fondazione Romaeuropa Arte e Cultura e Nomas Foundation
Con il supporto di: Electa, Art Film, GALLERIA CONTINUA

Installazioni site-specific in collaborazione con GALLERIA CONTINUA
Sislej Xhafa (Colosseo - Arco di Costantino - Meta Sudans)
Daniel Buren (terrazza superiore Domus Severiana)
Khader Attia (peristilio inferiore Domus Augustana)

Calendario performance allo Stadio Palatino
23 giugno - Emiliano Maggi
21 luglio - Sissi
28 luglio - Tomaso De Luca
8 settembre - Meris Angioletti

Calendario performance diffusa:luoghi diversi della città, date diverse
24 giugno-settembre - Nico Vascellari

Settembre 2016
Simposio: Lo spazio dell’arte tra passato e futuro

Ufficio stampa: Maria Elena Croci e Claudia Fiasca


MailFacebook
Newsletter
iten
MailFbTwitterVimeo