Subscribe to our mailing list

* indicates required

Jaanus Samma

Jaanus Samma during his researches in Rome Jaanus Samma during his researches in Rome The Map of Rome Jaanus Samma during his researches in Rome Jaanus Samma during his researches in Rome

A cura di Eugenio Viola

Nomas Foundation ha invitato l'artista estone Jaanus Samma a trascorrere un periodo di residenza a Roma (maggio-giugno 2016), finalizzato alla realizzazione di un progetto site-specific, a cura di Eugenio Viola, che sarà presentato negli spazi della fondazione nel 2018.
Assurto alla ribalta internazionale a seguito del grande successo di critica e di pubblico riscosso col Padiglione dell’Estonia alla 56. Biennale di Venezia, Jaanus Samma ha concentrato la sua ricerca, negli ultimi anni, sul rapporto esistente tra i regimi autoritari e la violazione dei diritti umani fondamentali.
Not Suitable For Work. A Chairman’s Tale, il progetto presentato a Venezia e recentemente riaperto al Museum of Occupations a Tallinn, condivide lo stesso interesse, teso a trasformare il discorso sociale sui diritti LGBTI in una denuncia più vasta, rivolta a tutte le discriminazioni: di natura storica, culturale, sociale, politica, religiosa e razziale, oltre che di genere.
Samma appartiene ad una generazione di artisti mossa da una rinnovata preoccupazione per il passato, indagato per affrontare le criticità e le lacerazioni del presente. Per questo motivo, la sua ricerca e la sua pratica sono legate all’utilizzo degli archivi ed alle potenzialità espressive Il suo modus operandi tende a mettere in questione una serie di nozioni acquisite, legate ai concetti di verità, autenticità e attendibilità delle fonti, per suggerire contro-interpretazioni in grado di proporre visioni e punti di vista alternativi, all’incrocio di riferimenti molteplici.
Sotto questo punto di vista, il lavoro di Samma chiama in questione l'importanza della selezione, dell'esegesi e della corretta classificazione di dati e documenti, le divergenze tra ricordo individuale e memoria collettiva, tra prospettiva macro e micro-storica.
ad essi connesse.

Jaanus Samma (Tallinn, 1982, dove vive e lavora).
Dal 2011, svolge un dottorato presso l’Estonian Academy of Arts di Tallinn. Nel 2013 ha vinto il Köler Prize, che è il premio più importante rivolto ai giovani artisti estoni.
Tra le ultime mostre: Museum of Occupations, Tallinn, 2016; Den Frie Centre of Contemporary Art, Copenhagen, 2016; Gotlands Konstmuseum, Visby, 2015; Palazzo Malipiero, Padiglione dell’Estonia alla 56. Biennale di Venezia, 2015; Tallinn Art Hall Gallery, 2014; EKKM, Tallinn, 2014; Tartu Art Museum, 2014; Kumu Art Museum, Tallinn, 2013.


MailFacebook
Newsletter
iten
MailFbTwitterVimeo